Vai al contenuto
Dorilys

Nuovo spin-off di 24 in sviluppo alla FOX: Protagonista questa volta una donna

Messaggi raccomandati

Dorilys

Lo scorso giugno, in occasione della cancellazione di 24: Legacy dopo una sola stagione, FOX aveva manifestato la propria determinazione a non abbandonare il popolare franchise di 24, preannunciando il futuro sviluppo di un nuovo spin-off. Ebbene, appena cinque mesi più tardi, Deadline riporta che Howard Gordon e Brian Grazer, due tra i produttori esecutivi dell'originale 24, sono al lavoro su una potenziale nuova serie: un legal thriller con protagonista questa volta una donna.

La storia racconta di una procuratrice distrettuale che lotta contro il tempo per salvare un detenuto nel braccio della morte che aveva perseguito e che sembrerebbe invece innocente dall'imminente esecuzione della condanna dopo aver scoperto di una cospirazione negli ambienti legali. Jeremy Doner, precedentemente dietro le quinte delle apprezzate The Killing e Damages, scriverà la sceneggiatura e ne sarà il produttore esecutivo con Gordon (anche co-ideatore di Homeland) e Grazer.

 

"Prenderemo lo stesso stile narrativo e lo applicheremo a qualcos'altro", aveva detto in una precedente intervista il co-presidente di FOX Entertainment David Madden. "Sarà altrettanto adrenalinica ma non sarà ambientata al CTU, piuttosto in un altro contesto". Il progetto segue lo spin-off di breve durata 24: Legacy e la miniserie sequel 24: Live Another Day. L'originale 24, invece, andò in onda per otto stagioni fino al 2010, vincendo l'Emmy come migliore serie drammatica.


View full news

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

  • Contenuti simili

    • Castiel
      Da Castiel
      Si è appena concluso l’evento mediatico organizzato da Apple per la presentazione dei nuovi prodotti ed il lancio del nuovo sistema operativo Mac OS X Mavericks. In questo articolo vogliamo raccogliere tutto ciò che è stato presentato da Tim Cook e soci sul palco dello Yerba Buena Center di San Francisco.
       
      Anche quest’anno l’evento di Ottobre organizzato da Apple ha acceso i riflettori sui nuovi iPad, iPad Mini, Mac e sul nuovo sistema operativo Mavericks. In buona parte le indiscrezioni circolate nelle scorse settimane avevano già previsto alcuni eventi.Nuovi iPhone e iOS 7: Un successo
      Rilasciato OSX Mavericks: GRATIS
      Nuovi MacBook Pro Retina
      Nuovo Mac Pro
      iPad Air
      iPad Mini Retina
      Nuove App iWork e iLife per iOS e Mac: GRATIS
      Apple rilascia iOS 7.0.3
       
      Nuovi iPhone e iOS 7: Un successo
       
      Tim Cook apre la conferenza parlando dei due iPhone presentati lo scorso Settembre. iPhone 5S e iPhone 5C sono stati accolti con calore da tutti gli appassionati, basti pensare che nel primo weekend di lancio sono stati venduti ben 9 milioni di dispositivi. E’ stato il lancio migliore di sempre e i nuovi smartphone non sono ancora disponibili in tutto il mondo.
       

       
      Lo scorso mese Apple ha anche lanciato il nuovo sistema operativo iOS 7, che ha rivoluzionato la grafica a cui eravamo abituati ed ha introdotto numerose nuove feature. In soli 5 giorni dal rilascio il 64% dei dispositivi sono stati subito aggiornati.
      iTunes Radio, lo streaming musicale introdotto con iOS 7, viene utilizzato da 20 milioni di utenti, anche se non è attivo in tutti i paesi. Infine le statistiche sull’App Store, con un numero sempre maggiore di applicazioni che ha consentito agli sviluppatori di guadagnare 3 miliardi di dollari, dalla data della creazione di App Store ad oggi.
       
      OS X Mavericks
       
      Craig Federighi sale sul palco e ci presenta tutte le principali novità del nuovo OS X Mavericks. L’aggiornamento software per i nostri Mac si concentra sull’ottimizzazione della memoria RAM, che grazie alla compressione permette di utilizzare più applicazioni contemporaneamente. Un’altra ottimizzazione riguarda la memoria condivisa con la GPU. In base alle operazioni richieste, Mavericks riesce a capire se deve allocare maggiore memoria al processore grafico.
       

       
      Mavericks introduce poi le nuove applicazioni Mappe e iBooks per godere delle mappe geografiche e dei libri o riviste anche sugli schermi dei nostri Mac. Tantissimi miglioramenti anche a Safari, più veloce e con il supporto di iCloud Keychain, e Finder, ora con i tag.
       
      OS X Mavericks è disponibile gratuitamente per tutti i Mac compatibili! Vi basterà scaricare ed installare l’aggiornamento dal vostro Mac App Store.
       
      Nuovi MacBook Pro Retina Display
       
      Phil Schiller ci introduce invece nel mondo dei nuovi Mac. Si parte dall’aggiornamento della gamma di MacBook con Retina Display da 13 pollici e 15 pollici. La nuova generazione di MacBook ha un design più sottile, ma ha prestazioni maggiori ed un prezzo di partenza più basso della generazione precedente. I processori sono stati aggiornati alla quarta generazione Intel Cristalwell e chip grafico Intel Iris che garantiscono prestazioni migliori e minor consumo della batteria.
       

       
      La versione base da 13 pollici monterà un processore Intel i5 dual core 2.4 Ghz, 4 GB DRAM e 128 GB di SSD.Tutti i modelli hanno di serie la tecnologia Hyper-Threading, che incrementa le prestazioni consentendo di eseguire più thread alla volta su ciascun core.
      Il modello base da 15 pollici monterà un processore Intel i7 quad core 2.4 Ghz, 8 GB DRAM e 256 GB di SSD. Ha Iris Pro Graphics con 128MB di memoria integrata che si comporta come una cache ultraveloce per dare una marcia in più al processore e ai task con grafica complessa. C’è anche il modello da 15″ che unisce la potenza di Iris Pro Graphics alla nuova NVIDIA GeForce GT 750M. Con 2GB di memoria GDDR5, ha il doppio della memoria video della generazione precedente di processori grafici NVIDIA. Così quando giochi in 3D vedi molti più frame al secondo, e quando lavori sui video in HD tutto è più scattante.
       

       
      La batteria del nuovo MacBook Pro 13″ con display Retina dura fino a 9 ore, e quella del 15″ può durare anche 8 ore. La nuova unità flash PCIe, ancora più veloce nelle operazioni di lettura e scrittura e fino al 60% più scattante rispetto al precedente MacBook Pro. I portatili hanno poi Wi‑Fi 802.11ac e tecnologia wireless Bluetooth 4.0. Vi è poi la porta Thunderbolt 2 che ha il doppio del throughput, fornendo fino a 20 Gb/sec di larghezza di banda verso ogni dispositivo esterno, così sei pronto per i monitor e le periferiche ad alte prestazioni di domani.
      I nuovi MacBook Retina Display sono disponibili sin da ora on line e nei negozi. La versione da 13″ parte da € 1.329,00, mentre la versione da 15″ da € 2.029,00. E’ possibile ancora aquistare il vecchio MacBook Pro da 13″, senza Retina Display, al prezzo di € 1.229,00. Il MacBook Pro da 15″ senza Retina Display, che non si aggiorna dal 2012, fa la sua uscita dal catalogo di Apple.
       
      Nuovo Mac Pro disponibile da Dicembre
       
      Progettato attorno a un ingegnoso core termico unificato, il Mac Pro è dotato dei più recenti processori Intel Xeon con fino a 12 core, due GPU di classe workstation, sei porte Thunderbolt 2, unità flash basata su PCIe e memoria ECC ultraveloce, racchiusi in un design innovativo.
       

       
      Il nuovo Mac Pro ha un prezzo a partire da €3.049 e sarà disponibile a dicembre.
       
      iPad Air
       
      La quinta generazione di iPad, il tablet di Apple con Display Retina da 9.7 pollici, prende il nome di iPad Air per evidenziare il suo design più sottile e leggero che mai. Lo spessore passa infatti da 9,4mm a 7,5mm, mentre il peso si abbassa a solo 1 pound ovvero meno di 500 grammi.
      Il dispositivo è alimentato, come iPhone 5S, da un chip A7 a 64 bit, la CPU e la grafica sono veloci il doppio rispetto alla vecchia generazione del dispositivo. Anche la GPU è stata migliorata: di 72 volte rispetto all’iPad originale. Questo fa sì che iPad Air sia perfetto per giochi ricchi di dettagli e software professionali.
       

       
      Invece di un’antenna sola ne ha due: unite alla tecnologia MIMO (multiple-in multiple-out) danno prestazioni Wi‑Fi fino a due volte più veloci rispetto alla generazione precedente. E ora il modello Wi‑Fi + Cellular viaggia su ancora più bande 4G LTE Altre caratteristiche del dispositivo sono la connessione LTE, la fotocamera posteriore da 5MP, il doppio microfono per una qualità audio superiore e ben 10 ore di autonomia.
      Le nuove Smart Cover e Smart Case sono state ridisegnate per essere il complemento perfetto dell’iPad Air. Lo riattivano quando le apri, lo mettono in stop quando le chiudi, e si trasformano in un sostegno per leggere, guardare video e scrivere. E puoi scegliere fra tanti colori diversi.
       
      iPad Air sarà disponibile on line e nei negozi a partire dal 1 Novembre nelle colorazioni Argento o Grigio Siderale, a partire da 479 euro per la versione Wi-Fi da 16 Gb. Ovviamente si può scegliere la versione solo Wi-Fi o quella Wi-Fi+Cellular e la capacità di storage preferita tra: 16 Gb, 32 Gb, 64 Gb, 128 Gb.
       
      iPad Mini con Retina Display
       
      Esteticamente l’iPad Mini di seconda generazione segue il design del suo predecessore, ma la novità più rilevante è data dal nuovo Display Retina da 7.9 pollici con una risoluzione di 2048×1536 pixel. Il cuore dell’iPad Mini è il chip A7 con architettura a 64-bit, lo stesso dell’iPhone 5S e dell’iPad Air. Grafica fino a 8 volte più veloce del precedente, una batteria che dura fino a 10 ore, LTE espanso, Wi-Fi 2 volte più veloce, nuova fotocamera iSight da 5 megapixel, in grado di registrare video con risoluzione FullHD 1080p e videocamera FaceTime.
       

       
      iPad Mini con Retina Display sarà disponibile on line e nei negozi a Novembre nelle colorazioni Argento o Grigio Siderale, a partire da 389 euro per la versione Wi-Fi da 16 Gb. Anche qui si può scegliere la versione solo Wi-Fi o quella Wi-Fi+Cellular e la capacità di storage preferita tra: 16 Gb, 32 Gb, 64 Gb, 128 Gb.
       
      Si rinnovano le suite iLife e iWork per Mac e iOS e diventano gratuite
       
      iPhoto, iMovie e Garage Band sono state ridisegnate completamente. Offrono migliori performance, maggiore velocità, nuove funzioni ed integrazione perfetta con iCloud. Con iMovie sarà ad esempio possibile anche gestire perfettamente i video Slow Mo girati con iPhone 5S. Garage Band invece introduce la funzione Drummer che permette di aggiungere automaticamente una batteria ad una traccia.
       

       
      Anche la suite iWork con le applicazioni Pages, Keynote e Numbers riceve uno dei suoi più grandi aggiornamenti. Si aggiorna la grafica, viene aggiunta la compatibilità con iCloud e nuove funzioni. Si arricchiste poi il parco di applicazioni disponibili all’acquisto di un Mac. Come recita Apple infatti: “Se di recente hai comprato un Mac che non includeva le ultime versioni di Pages, Numbers e Keynote, potresti avere diritto a scaricarle gratuitamente.”
       
      Alla fine dell’evento esce iOS 7.0.3
       
      Si conclude quindi l’evento allo Yerba Buena Center e appena si spengono i riflettori e la stampa esce dall’edificio esce un nuovo aggiornamento per iOS. Si tratta della versione iOS 7.0.3 che apporta alcune migliorie ed alcune nuove funzioni come iCloud Keychain, il portachiavi elettronico che raccoglie in un solo posto tutte le password e le informazioni riservate delle nostre carte di credito.
       
      Fonte: ispazio.net
       
      Click here to view the news
×