Salta al contenuto


- - - - -

Roger Waters accusato di plagio dall'artista italiano Emilio Isgrò


Il Tribunale di Milano ha fermato, con decreto urgente, la commercializzazione nei negozi digitali e fisici dell'ultimo album di Roger Waters, "Is This The Life We Really Want?" per un'accusa di plagio da parte dell'artista concettuale Emilio Isgrò. Nella copertina dell'album, nell'involucro e nel libretto illustrativo del vinile, l'ex dei Pink Floyd avrebbe infatti copiato la caratteristica tecnica della "cancellatura" dell'artista italiano, le cui opere, diffuse già negli anni '60 su libri e enciclopedie, sono famose in tutto il mondo.

"Quello che si è verificato è un plagio palese delle mie opere, in particolare delle opere esaminate dal Tribunale di Milano", ha dichiarato Isgrò: "Detto questo, e al di là di questo, Roger Waters è un artista che ammiro, e che mi piace molto. E magari, un giorno, avremo anche occasione di incontrarci".
 
Il nuovo disco di Waters potrà tornare in commercio solo dopo le dovute modifiche grafiche, come chiesto dal giudice Sara Giani, che ritiene il provvedimento "proporzionato", data la "non esclusione della commercializzazione" della musica dell'artista "con diverse modalità esteriori". L'udienza è stata fissata per il prossimo 27 giugno, data in cui ci si attende che Sony Music, responsabile della distribuzione dell'album per conto di Columbia Records, si opponga al provvedimento. In caso di conferma della decisione del Tribunale, il blocco delle vendite potrebbe essere esteso al resto del mondo, come stabilito dalla Convenzione di Berna sul diritto d’autore.
 
Di seguito un confronto della copertina di Waters con le opere di Isgrò:
 
Cover Roger Waters:
Immagine Postata
 
Esempi opere dell'artista:
Immagine Postata
*
Immagine Postata



1 Commenti

Ovvero come.da sconosciuti.si.diventa famosi..se glielo chiedeva senza.casini.magari cambiava la cover e beccava anche tanti soldi..